Comune di Castelvetro di Modena
Piazza Roma n. 5 - 41014 Castelvetro di Modena
Tel. +39.059.758811 - Fax: +39.059.790771
PEC : comune.castelvetro@cert.unione.terredicastelli.mo.it
C.F. e P.IVA: 00285350369
motore di ricerca

TITOLO V
L'AUTONOMIA ORGANIZZATIVA: ORDINAMENTO DEL PERSONALE, DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI

 

CAPO I
Uffici e Servizi - Organizzazione

 

Art.45
(Autonomia normativa ed organizzativa)

 

1 - Il Comune di Castelvetro di Modena, nel rispetto dei principi fissati dall'ordinamento delle autonomie locali, provvede alla determinazione della dotazione organica ed alla organizzazione e gestione del personale adottando, nell'ambito della propria autonomia normativa ed organizzativa il regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi ed adeguandolo periodicamente, quando risulta necessario a seguito di nuove esigenze organizzative.

 

2 - L'esercizio dell'autonomia normativa ed organizzativa del comune è soggetto ai principi affermati dall'ordinamento e dallo statuto ed ai limiti determinati sia dalla propria capacità di bilancio, sia dalle esigenze relative all'esercizio delle funzioni, dei servizi e dei compiti allo stesso attribuiti, valutati in base alla situazione esistente ed alle previsioni della programmazione triennale.

 

Art.46
(Indirizzo politico e gestione amministrativa)

 

1 - Gli organi elettivi del comune esercitano i poteri di indirizzo e controllo politico-organizzativo, definendo gli obiettivi ed i programmi da attuare e verificando la rispondenza dei risultati dell'attività amministrativa e della gestione agli indirizzi impartiti, adottando gli atti relativi a tali funzioni.

 

2 - Ai titolari di incarichi di direzione spetta la direzione delle articolazioni degli uffici e servizi e compete sia l'adozione dei provvedimenti di attuazione degli obiettivi e dei programmi definiti con gli atti di indirizzo degli organi elettivi, compresi gli atti che impegnano il comune verso l'esterno, sia la gestione finanziaria, tecnica ed amministrativa con autonomi poteri di spesa e di organizzazione delle risorse umane e strumentali. Sono responsabili in via esclusiva, della correttezza dell'attività amministrativa, dell'efficienza della gestione e dei risultati della stessa.

 

CAPO II
Uffici e Servizi - Ordinamento

 

Art.47
(Ordinamento degli uffici e dei servizi)

 

1 - Con il regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi adottato in conformità ai criteri di autonomia, funzionalità ed economicità di gestione, (previsti dal vigente ordinamento), dai principi stabiliti dal presente articolo e dagli indirizzi espressi dal Consiglio Comunale, sono definite le linee fondamentali dell'organizzazione del personale.

 

2 - Le linee fondamentali dell'organizzazione sono ispirate ai seguenti criteri:

 

a) lo svolgimento di attività, avviene attraverso servizi riuniti per settori, secondo raggruppamenti di competenze adeguati all'assolvimento autonomo e compiuto di una o più attività omogenee, al fine della determinazione, sulla base dei criteri generali individuati dal regolamento, della pianta organica;

 

b) i settori sono affidati alla responsabilità di personale in posizione apicale, (massima categoria all'interno dell'ente), a cui il Sindaco assegna le relative funzioni di direzione;

 

c) le attività di gestione amministrativa delle risorse umane e strumentali sono affidate all'autonomia dei titolari di funzioni di direzione, nell'ambito degli obiettivi assegnati dall'Amministrazione;

 

d) corrispondenza funzionale dell'organizzazione ai programmi di attività per realizzarli con efficienza, efficacia e tempestività;

 

e) l'articolazione strutturale deve essere flessibile sia sul piano operativo che gestionale e rapidamente adattabile, anche nella distribuzione quantitativa del personale, al mutare delle esigenze dei servizi, operando con adeguati strumenti formativi per la qualificazione professionale degli operatori comunali;

 

f) l'aggiornamento delle procedure di lavoro deve essere perseguito costantemente favorendo l'introduzione di tecniche gestionali innovative;

 

g) deve essere affermato il criterio della più elevata flessibilità operativa e gestionale e della responsabilità diffusa ad ogni livello delineata non in funzione di una rigida struttura gerarchica, ma in rapporto agli obiettivi assegnati a ciascuna unità e dai compiti attribuiti dai relativi Responsabili;

 

h) adozione di modelli strutturali idonei al collegamento unitario dell'organizzazione, costituendo una rete informatica che assicuri la massima rapidità e completezza del flusso di comunicazione interna, di trasmissione degli atti e realizzi collegamenti esterni utili per il miglior funzionamento dell'ente e per un più diretto ed efficiente rapporto con l'utenza;

 

i) attribuzione ad un unico ufficio della responsabilità complessiva di ciascun procedimento;

 

j) adozione delle misure più idonee per garantire l?imparzialità e la trasparenza dell'azione amministrativa;

 

k) attuazione completa e con criteri più avanzati delle disposizioni in materia di semplificazione procedimentale e documentale anche attraverso le strumentazioni informatiche;

 

l) adozione di misure organizzative per agevolare i rapporti con i cittadini e con gli utenti attraverso il miglioramento delle prestazioni, la riduzione e predeterminazione dei tempi di attesa, l'invio di istanze e documenti per via telematica e postale, di richieste a mezzo telefax, posta elettronica ed il recapito, a richiesta e senza aggravio per il comune, di atti e documenti al domicilio dell'interessato;

 

m) adozione di iniziative programmate e ricorrenti per la formazione e l'aggiornamento del personale, compreso quello con incarichi di direzione, provvedendo all'adeguamento dei programmi formativi per contribuire all'arricchimento della cultura professionale dei dipendenti;

 

n) armonizzazione degli orari dei servizi e delle aperture degli uffici con le esigenze degli utenti;

 

o) potenziamento dell'ufficio per le relazioni col pubblico e dello sportello unico per le imprese;

 

p) ogni altra disposizione relativa all'organizzazione, alla direzione degli uffici e servizi, alla gestione del personale, all'esercizio delle funzioni dei Responsabili è demandata al regolamento.

 

Art.48
(Controllo di gestione)

 

1 - Il controllo di gestione è volto a verificare l'efficacia, l'efficienza e l'economicità dell'azione amministrativa al fine di ottimizzare, anche mediante tempestivi interventi di correzione, il rapporto tra costi e risultati.

 

2 - In particolare, ai fini del processo di programmazione e verifica, al controllo indicato al comma 1 provvede idonea struttura, della cui attività si avvalgono gli organi di governo ed i Responsabili indicati. Tale controllo è diretto alla verifica dello stato di attuazione degli obiettivi programmati dall'Amministrazione e della funzionalità complessiva dell'organizzazione dell'ente o di singoli servizi o gruppi di servizi, attraverso l'analisi delle risorse acquisite e della comparazione tra i costi e la quantità e la qualità delle prestazioni rese. Sulla base delle risultanze acquisite dall''osservazione dei fatti gestionali, l'organo informa ed orienta le unità organizzative del comune.

 

3 - Nel rispetto delle disposizioni vigenti ed in modo coordinato, i regolamenti di organizzazione degli uffici e dei servizi e di contabilità, definiscono gli strumenti operativi per le attività di pianificazione ed organizzazione del controllo.

 

Art. 49
(Nucleo di valutazione)

 

1 - La valutazione dei Responsabili di unità organizzative consiste nella determinazione e nella applicazione di metodi e strumenti sistematici atti ad esaminare e valutare le prestazioni del personale destinatario degli incarichi di direzione indicati all'art. 51, nel rispetto dei principi stabiliti dalla legge e di quanto stabilito al riguardo dai contratti collettivi nazionali di lavoro.

 

2 - In particolare, costituiscono oggetto della valutazione indicata al comma 1, i comportamenti relativi allo sviluppo delle risorse finanziarie, strumentali, professionali, umane ed organizzative assegnate ai soggetti valutati, tenendo conto dei risultati dell'attività amministrativa e della gestione in rapporto agli obiettivi assegnati dall'Amministrazione.

 

3 - Il regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi stabilisce le modalità applicative di tale valutazione.

 

CAPO III
Direzione e responsabilità degli uffici e dei servizi


Art.50
(Direzione Generale)

 

1 - Previa stipula di convenzioni tra il Comune di Castelvetro di Modena ed altri comuni, le cui popolazioni sommate raggiungono i 15.000, (quindicimila), abitanti il Sindaco, previa deliberazione di Giunta Comunale, può affidare un incarico di Direzione Generale a tempo determinato al fine di sovrintendere al processo di pianificazione, di introdurre misure operative per il miglioramento dell'efficienza e dell'efficacia dei servizi e dell'attività dell'Amministrazione. La Direzione Generale si fa carico, con la propria azione di coordinamento, in particolare, dell'unitarietà e coerenza dell'azione dei Responsabili di direzione per quanto attiene al processo di pianificazione rispetto agli indirizzi ed agli obiettivi individuati dagli organi di governo del comune e degli altri Enti aderenti alla convenzione.

 

2 - Le funzioni, le modalità e il conferimento dell'incarico di Direzione Generale e delle relative funzioni, la revoca e le altre norme che regolano il suo rapporto con l'ente sono stabilite dal regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi.

 

Art.51
(Incarichi di direzione degli uffici)

 

1 - Il Sindaco conferisce gli incarichi di direzione degli uffici e delle loro articolazioni organizzative, a tempo determinato, con provvedimento motivato, sulla base di criteri di competenza e professionalità.

 

2 - Il Sindaco attribuisce a ciascun Responsabile uno degli incarichi istituiti, secondo la disciplina dell'ordinamento vigente. Per il conferimento di ciascun incarico di funzione di direzione e per il passaggio ad incarichi di funzioni di direzione diverse, il Sindaco tiene conto della natura e delle caratteristiche dei programmi da realizzare e, in relazione ad essi, delle attitudini e capacità del singolo Responsabile anche in relazione ai risultati conseguiti in precedenza.

 

3 - La durata dell'incarico non può superare il termine del mandato del Sindaco che lo conferisce. La revoca anticipata può essere disposta dal Sindaco, (previa contestazione all'interessato, con un procedimento che garantisca il contraddittorio ed indipendentemente da eventuali azioni disciplinari), per inosservanza delle sue direttive, di quelle della Giunta o dell'Assessore di riferimento o in caso di mancato raggiungimento, al termine di ciascun esercizio, degli obiettivi assegnati nel piano esecutivo di gestione o per responsabilità particolarmente grave, negli altri casi previsti dalla legge e dal contratto collettivo di lavoro, che non siano riconducibili a ragioni oggettive espressamente e tempestivamente segnalate dal Responsabile, in modo da consentire la predisposizione delle correzioni opportune nei programmi e negli strumenti revisionali dell'Amministrazione. Contestualmente alla revoca, il Sindaco provvede affinché al dipendente siano conservate e attribuite mansioni corrispondenti a quelle della sua categoria. A tal fine, il Sindaco può disporre il mantenimento del dipendente nel posto già ricoperto, devolvendone le funzioni di direzione ad altro Responsabile.

 

4 - Quando risulti indispensabile per la realizzazione del programma, il Sindaco può procedere, previa deliberazione di Giunta Comunale, alla copertura di posti di Responsabile degli uffici di categoria apicali o di alta specializzazione, previsti dalla dotazione organica e vacanti, mediante contratto a tempo determinato, secondo i criteri individuati dal presente articolo e dal regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi.

 

5 - Entro i criteri e le modalità stabilite dal regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi e dall'ordinamento vigente, ove sia accertata la necessità, il Sindaco procede al di fuori della dotazione organica, alla stipula di contratti a tempo determinato per funzioni di direzione, alte specializzazioni, con persone in possesso dei necessari requisiti di competenza e professionalità.

 

6 - Per la durata dei contratti di cui al quinto comma, il trattamento economico, la risoluzione anticipata del rapporto, si osservano le disposizioni stabilite dalla legislazione vigente.

 

Art.52
(Responsabilità di unità organizzative)

 

1 - Compete ai Responsabili di uffici la direzione degli uffici e dei servizi secondo i criteri e le norme stabiliti dallo statuto e dal regolamento, uniformandosi al principio per cui i poteri di indirizzo e di controllo spettano agli organi elettivi, mentre la gestione amministrativa è attribuita ai titolari di funzioni di direzione, organizzando autonomamente le risorse ed il personale assegnato secondo le effettive esigenze per il raggiungimento degli obiettivi dell'Amministrazione.

 

2 - I Responsabili degli uffici sono direttamente responsabili della correttezza amministrativa, dell'imparzialità, dell'efficienza della gestione e del conseguimento degli obiettivi dell'ente.

 

3 - Spettano ai Responsabili tutti i compiti previsti dalla legge e dai regolamenti.

 

Art. 53
(Segretario Comunale)

 

1 - Il Segretario Comunale risponde dei compiti attribuiti dall'ordinamento delle autonomie locali e dal presente statuto comunale, ed in particolare sono attribuite le seguenti funzioni:

 

a) partecipa, con funzioni consultive e di assistenza alle riunioni del Consiglio e della Giunta e ne cura la verbalizzazione;

 

b) può rogare i contratti nei quali l'ente è parte ed autenticare scritture private ed atti unilaterali nell'interesse dell'ente;

 

c) esercita ogni altra funzione richiestagli dal Sindaco e dalla Giunta Comunale.

 

Art. 54
(Vice Segretario Comunale)

 

Oltre alle funzioni di direzione di unità organizzative, il Vice Segretario Comunale svolge le funzioni previste dalla legge per tale figura e collabora con il Segretario Comunale nello svolgimento delle sue funzioni e lo sostituisce automaticamente nel caso di assenza, impedimento o vacanza, entro i termini temporali stabiliti dall'ordinamento.

 

 

ultima modifica:  28/06/2007
Agenda
Eventi, appuntamenti, iniziative, corsi, manifestazioni...
Calendario Eventi
<< maggio 2019 << L M M G V S D     1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31                  

festeggiamo insieme l'ultimo giorno di scuola

venerdì 7 giugno 2019 al Parco di Via Parni dalle ore 15:00 

locandina